Per un Mediterraneo spazio di libera circolazione. Una lezione corale di sociologia fra Tunisi e Genova

Giovedì 28 aprile ore 13 aula 2 DISFOR – Corso A. Podestà

Il Rettorato dell’Università di Genova,
il Laboratorio di Sociologia Visuale e
il Laboratorio About Gender
del Dipartimento di Scienze della Formazione

invitano gli studenti, la cittadinanza e i mezzi di comunicazione ad una lezione sulle frontiere nel Mediterraneo e sulle conseguenze del proibizionismo migratorio.
Secondo Fortress Europe dal 1988 al 2015 sono almeno 27.382 le persone morte durante l’attraversamento delle frontiere europee; negli ultimi 15 anni respingimenti ed espulsioni, secondo i calcoli di Migrant’s files, sono costati 11.3 miliardi di euro in tutta Europa.
Il giorno 13 aprile l’Ambasciata Italiana a Tunisi ha negato il visto di ingresso al nostro collega Safouane Trabelsi, invitato nel quadro delle attività di un progetto europeo – Alyssa – di scambio scientifico fra le due sponde del Mediterraneo.
La lezione di giovedì, che coinvolgerà i professori e gli studenti dell’Istituto di Scienze Sociali dell’Università di Tunis el Manar, sarà l’occasione per presentare immagini e testimonianze estratte dal film sociologico, co-prodotto dal Progetto Alyssa e dall’Università di Genova, sulle aspettative e i desideri di futuro dei giovani dopo le primavere arabe.
Intervengono: Safouane Trabelsi (Tunis el Manar), Luisa Stagi, Luca Guzzetti, Luca Queirolo Palmas, Maria Rita Cifarelli (Progetto Alyssa-Unige), Alessandro Diaco, Lorenzo Navone, Mario Sei (Manouba, Tunisi), Andrea Torre (Centro Studi MEDI).
Porterà il suo saluto il Magnifico Rettore dell’Università di Genova.

Leggi il comunicato stampa

Comments are closed.