Genere e frontiere. Criminalizzazione delle donne in transito

pinarselek_portrait2

Giovedì 10 gennaio, presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Genova dalle 10.30 alle 13 (Aula 4C4), Pinar Selek, sociologa, scrittrice e attivista, presenterà il suo lavoro ricerca sulla frontiera franco-italiana di Ventimiglia, con un seminario dal titolo “Genere e frontiere. Criminalizzazione delle donne in transito”.

Nel suo lavoro, focalizzato sulle nuove migrazioni femminili, spesso invisibilizzate nella rappresentazione dominante, la ricercatrice dell’URMIS (Unité de Recherche Migrations et Societé) riflette sulla riproduzione delle gerarchie tra i sessi in funzione dell’appartenenza nazionale, della generazione, della situazione familiare e della categoria socio-professionale e mette in evidenza gli effetti della chiusura delle frontiere sulle donne migranti, sottolineando come avviene la loro criminalizzazione e il ruolo svolto dalle retei clandestine legate al lavoro domestico e all’industria del sesso.

Per un approfondimento del tema: cliccare qui.

Comments are closed.